27 GENNAIO GIORNO DELLA MEMORIA

Pubblicato il 26 gennaio 2021 • Comune

PER NON DIMENTICARE 1945 - 2021

PER NON DIMENTICARE 1945 - 2021   

 

Il 27 gennaio 1945 vennero abbattuti i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau scoprendo le infinite devastazioni, le sofferenze, le privazioni e la morte di una umanità dolente. Il Giorno della Memoria, istituito con legge dello stato nel 2000, si ispira ai principi e ai valori enunciati nella Costituzione italiana e nel Trattato europeo: la non discriminazione delle minoranze, la giustizia, la solidarietà, il rispetto della libertà e della dignità delle persone. Tra i sei milioni di morti nei lager ci furono 1.500.000 bambini e adolescenti, innocenti colpevoli soltanto di appartenere a famiglie vittime della persecuzione e deportazione: ebrei, polacchi, rom, russi, bambini con handicap. Le immagini terribili della loro detenzione evidenziano lo smarrimento, la paura per le guardie con i cani, il dolore per la separazione dai genitori, l’ossessione per il cibo, le violenze, gli stupri. Del milione e mezzo di adolescenti e bambini rinchiusi tornarono poche migliaia perché subivano le stesse privazioni degli adulti , ma erano più esposti alle durissime condizioni della detenzione. Ricordando i morti nei campi di sterminio diamo un insegnamento sul valore della vita, sulla pace e la pacifica convivenza, per impedire che le tragedie del secolo passato possano diventare il futuro delle generazioni che verranno. Dedichiamo questo Giorno della Memoria ai bambini che vediamo ripresi in queste due fotografie dietro il filo spinato di un lager. Bambini che non hanno potuto guardare alla vita con serenità, non hanno potuto sognare, ma hanno conosciuto le barbarie e i crimini più efferati commessi dall’uomo.Il Sindaco Giorgio Baiutti e l'Amministrazione Comunale.